Mappa

Villa Damecuta

Capri Villa Damecuta

La dimora dell'Imperatore Tiberio ad Anacapri.

Lo scavo di Villa Damecuta (l'origine del nome è incerta) fu iniziato nel 1937 da Amedeo Maiuri, archeologo che si occupò anche delle rovine di Villa Jovis. Purtroppo lo stato di quella che fu una delle dodici ville costruite dall'Imperatore Tiberio sull'Isola di Capri attesta l'opera di distruzione dovuta anche qui, come a Palazzo a Mare, alle fortificazioni e agli arroccamenti militari durante la restaurazione borbonica e la rioccupazione inglese.

Da ciò che si è recuperato dai recenti scavi effettuati a Damecuta, la presenza di frammenti di colonne in puro marmo greco attestano che la villa edificata da Tiberio nel versante settentrionale dell'Isola di Capri era ricca di pavimenti in marmo, di stucchi, di decorazioni e di qualche pregevole opera d'arte.

Ben conservato è il quartiere del belvedere con un impianto simile alla loggia imperiale di Villa Jovis.
Il quartiere più singolare è quello che si trova sotto la torre medievale. E' un'alcova (cubiculum) preceduta da un vestibolo e da un terrazzino con belvedere mozzafiato. La cenere ritrovata sulle mura della loggia è la prova che la villa fu danneggiata dalla terribile eruzione del 79 d.C. del Vesuvio che distrusse Pompei ed Ercolano.

Attualmente le rovine di Villa Damecuta, che è possibile visitare insieme alle altre residenze imperiali comprese nell'itinerario dedicato alle dimore di Tiberio, sono immersi in una graziosa pineta adiacente ad un eliporto militare e ad un campo di calcio.

Come raggiungere Villa Damecuta

  • Capolinea autobus: su Viale Tommaso de Tommaso, a poca distanza da Piazza Vittoria.
  • A piedi: percorrere Viale Tommaso de Tommaso, Via Pagliaro e Via Grotta Azzurra fino a Via Amedeo Maiuri.
  • Tempo necessario: 15 minuti in autobus o taxi, 30 minuti a piedi.
  • Da non dimenticare: una buona scorta di acqua.

La Torre di Damecuta

Situata all'estremità ovest della villa imperiale, a 151 metri sul livello del mare, la Torre di Damecuta fu costruita al tempo delle invasioni dei corsari saraceni nel XII secolo e usata poi come fortino dagli inglesi durante la guerra contro i francesi nel periodo borbonico. Tra i reperti qui ritrovati è utile ricordare un'iscrizione sepolcrale in greco, colonne in marmo verde, una colonna di cipollino egizio con capitello e base. Dal belvedere della Torre di Damecuta si intravede il lido di Gradola, la spiaggia rocciosa che si trova a poca distanza dalla Grotta Azzurra.

Luoghi di interesse

Suggerimenti

Al Mulino

Hotel 3 Stelle

Al Mulino, una vecchia fattoria di Anacapri che diventa hotel tra il colore e il profumo della campagna...

Villa Ceselle

Hotel 3 Stelle

Villa Ceselle è una tipica dimora di Capri trasformata in un piccolo albergo con vista sul mare,...

Il Merlo

Bed & Breakfast

Vacanza a Capri in una villetta, in una casa o in un b&b? Perchè scegliere se c'è Il...

Altri suggerimenti

Hotel 3 Stelle

Al Mulino
Al Mulino, una vecchia fattoria di Anacapri che diventa hotel tra il colore...
Villa Ceselle
Villa Ceselle è una tipica dimora di Capri trasformata in un piccolo...

Bed & Breakfast

Il Merlo
Vacanza a Capri in una villetta, in una casa o in un b&b? Perchè...

Hotel in vetrina

La Minerva

Small Boutique Hotels

Lifestyle mediterraneo, atmosfere da boutique hotel a due passi dalla Piazzetta

Villa Brunella

Small Boutique Hotels

Un piccolo gioiello sull'isola della bellezza, tra un lussureggiante spettacolo di fiori e la cornice...

Relais Maresca

Hotel 4 Stelle

Relais Maresca, uno storico hotel a 4 stelle di Capri affacciato sulla spiaggia di Marina Grande.

Bellavista

Hotel 3 Stelle

La tua terrazza privata sulla bellezza